Logo Sartori

SOCIETA' / STORIA

DAL 1958 AD OGGI ALLA RICERCA DELL'ECCELLENZA

Pasticceria Sartori - La Storia

La fine degli anni ‘50 segnò, per diverse imprese familiari del settore alimentare, l’inizio di una fase di industrializzazione che venne raccontata, via via, da un evento televisivo di portata storica: “Carosello”. Ecco allora le indimenticabili storie di Carmencita e Caballero, prodotte per il caffè Paulista, della torinese Lavazza. Nello stesso periodo i biscotti della famiglia Zanin, dalle colline trevigiane, conquistarono il mercato nazionale con l’introduzione del marchio Doria. A Parma, la piccola bottega con annesso forno per la produzione di pane e pasta Barilla, si lanciò in una fase di decentramento produttivo. È all’interno di questo scenario di grandi trasformazioni che nel 1958 Francesco Sartori e la moglie Carolina Rigamonti, compagna di una vita, danno vita alla gelateria Sartori, fornendo anche a Erba una data da ricordare. Il nuovo locale divenne, non solo punto di riferimento della città brianzola, ma un significativo segno di trasformazione della vita sociale, catalizzando sul territorio i segni di quel periodo di cambiamento ricordato da tutti come "il miracolo italiano".

Un luogo d’incontro intorno al quale mille avvenimenti hanno continuato a susseguirsi fino ad oggi. A Francesco Sartori non bastava produrre buoni gelati utilizzando solo le migliori materie prime e affacciandosi tra i primi nell’utilizzo delle migliori tecnologie. Voleva che i suoi gelati e i suoi dolci fossero gustati in un ambiente confortevole e amichevole: sapeva già, nel 1958, che anche l’aspetto emotivo era importante per soddisfare al meglio le esigenze dei suoi clienti.

Questa è stata l’impronta data da Francesco Sartori all’impresa di famiglia: la ricerca dell’eccellenza a tutto tondo, che non doveva limitarsi alla qualità del prodotto, ma doveva coinvolgere l’animo e il sentimento dei propri clienti. Una filosofia raccolta e, condivisa totalmente, dalle figlie Anna e Roberta Sartori, nel segno della continuità, ma anche, come delineato dallo stesso capostipite della famiglia, della continua innovazione.

LA SEDE
IL TEAM

Continua la visione in: